Milano
info@beinwork.it

Definizione

COSA È LA DISABILITÀ?

Nel 1980 l’Organizzazione Mondiale della Salute (OMS) definì la «Classificazione Internazionale delle Malattie» (ICIDH) che definisce le condizioni di salute in quanto tali, perciò definisce le malattie, i disturbi, le lesioni, ecc…).

Tra le varie definizioni troviamo anche le seguenti:

INSERIRE SCHEMA

Negli anni ’90 venne definita la «Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute» (ICF), un modello biopsicosociale, che ha l’obiettivo di classificare gli stati di salute di una persona, tenendo in considerazione le difficoltà di funzionamento della persona sia a livello personale che nella partecipazione sociale.

In particolare,

La DISABILITÀ viene definita come la conseguenza o il risultato di una complessa relazione tra: la condizione di salute di un individuo, i fattori personali, i fattori ambientali che rappresentano le circostanze in cui vive l’individuo.

LA DISABILITÀ NEL MONDO DEL LAVORO

Dal punto di vista lavorativo le persone con disabilità rientrano nelle «categorie protette» che garantiscono una tutela particolare e favoriscono l’accesso nel mondo del lavoro.

È possibile distinguere tre tipologie di disabilità:

  • DISABILITÀ FISICA
    I disabili fisici sono coloro che sono stati colpiti da lesioni o da malattie che riducono la capacità di movimento o la tolleranza allo sforzo fisico. 
    Inoltre, in questa categoria troviamo anche i disabili sensoriali (compromissione dei sensi, in particolare vista e udito) e coloro che hanno disturbi della comunicazione e del linguaggio.
  • DISABILITÀ PSICHICA
    Si riferisce sia a disturbi del comportamento, sia a insufficienze mentali cioè situazioni di deficit psichico determinate da cause prenatali o dello sviluppo.
  • DISABILITÀ MISTA
    Quando sono compresenti sia la disabilità fisica sia la disabilità psichica.